I nostri neuroni sono tutti uguali?

Il sistema nervoso centrale è una delle strutture più affascinanti e complesse del corpo umano. I neuroni sono tantissimi, diversi tra loro e deputati a funzioni specifiche che permettono di svolgere attività come pensare, ricordare, suonare uno strumento, essere creativi, muoversi…

Ma cosa succede se alcuni neuroni subiscono dei danni per motivi fisiologici, come ad esempio l’invecchiamento, o per cause patologiche, come ad esempio una malattia neurodegenerativa?

Emanuela Zuccaro, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Biomediche, con il suo lavoro si occupa di individuare le cause dell’indebolimento di alcuni tipi di neuroni, più fragili rispetto ad altri, con la speranza di poter contribuire nella cura di malattie neurodegenerative.

Possibili tematiche: biologia, neuroni, sistema nervoso centrale, patologie neurodegenerative, SLA.

Link informativi sul progetto:

Contatto: educational@unipd.it

Note: Il ricercatore è disponibile per interventi in presenza presso le scuole e per collegamenti via web.

Perché studiamo i buchi neri?

Manuel Arca Sedda si occupa di buchi neri e la sua ricerca è incentrata sulla scoperta di una loro versione “intermedia”.

Come lavora? Che strumenti utilizza per svolgere la sua ricerca? Che conoscenze aggiuntive potrebbe portare alla comunità scientifica la scoperta di questi nuovi buchi neri? Nel video, il ricercatore risponde a queste ed altre interessanti domande dal mondo dell’astronomia.

Il Dott. Arca Sedda, dopo l’ottenimento del grant Marie Curie all’Università di Padova, è stato nominato assistant professor presso il GSSI – Gran Sasso Science Institute dell’Aquila.

Possibili tematiche: astronomia, buchi neri, spazio, onde gravitazionali ...

Link informativi sul progetto:

Contatto: educational@unipd.it
Note: Il ricercatore è disponibile per interventi in presenza presso le scuole e per collegamenti via web, anche in lingua inglese

Perché ogni paese ha monete con iconografie diverse?

Le monete possono raccontarci molto del mondo di oggi, per esempio, perché ogni paese ha monete con iconografie e valori diversi?

La moneta, oltre ad essere un elemento economico, rappresenta un elemento chiave per comprendere gli aspetti dell'identità di un paese, stato o regno. Lo studio della moneta permette a storici e archeologi di entrare in contatto con le diverse sfere che componevano le società antiche: economia, ideologia e politica sono presenti sulle monete attraverso il metallo utilizzato per il conio, la rappresentazione dell'autorità e l'iconografia utilizzata.

Noè Conejo, ricercatore presso il Dipartimento di Beni Culturali dell’Università di Padova, ha vinto una Individual Fellowship nell’ambito delle Marie Sklodowska Curie Actions, per studiare come i diversi gruppi etnici che abitavano l'Italia settentrionale dalla fine dell'Impero Romano all'anno Mille utilizzavano le monete nei loro rituali funerari, con il fine ultimo di capire l’evoluzione della mentalità di queste popolazioni e approfondire la conoscenza delle società antiche.

Possibili tematiche: numismatica, monete, beni culturali.

Link informativi sul progetto:

Contatto: noe.conejodelgado@unipd.it
Note: Il ricercatore è disponibile preferibilmente per interventi via web.

Numero, concetto concreto o astratto?

I numeri sono associati a processi di astrazione che possono raggiungere livelli di complessità molto importanti. Tuttavia, molti studi di psicologia e neuroscienze cognitive hanno dimostrato che la nostra capacità di contare, fare calcoli o stimare quantità di oggetti si basa sull’elaborazione di sensazioni e movimenti. Quindi, in un certo senso, i numeri non sono solo astratti, ma anche concreti, in quanto coinvolgono percezione e azione.

Mariagrazia Ranzini, ricercatrice presso il Dipartimento di Psicologia Generale, studia la connessione tra aree cerebrali coinvolte nell’elaborazione di numeri e azioni manuali, quali indicare o afferrare oggetti.

Possibili tematiche: psicologia, neuropsicologia, neuroscienze cognitive, cognizione numerica.

Link informativi sul progetto:

Contatto: educational@unipd.it

Note: la ricercatrice è disponibile per interventi in presenza presso le scuole e per collegamenti via web. Disponibilità ad effettuare l’intervento in inglese o in italiano, e disponibilità a svolgere una lezione presso le scuole.

La fantascienza: un racconto sul futuro o una rappresentazione del presente?

Che cos'è la fantascienza? I libri che leggiamo e i film che guardiamo, raccontano un possibile futuro o semmai il presente?

Marco Malvestio, ricercatore presso il Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari dell’Università di Padova, attraverso la sua ricerca vuole mettere in luce come questo genere letterario, la fantascienza, abbia un impatto sul presente e sul futuro, e di come le aspettative di oggi influenzino la società di domani.

Il Dott. Malvestio ci parla di Antropocene, l’era geologica attuale nella quale il genere umano, con le sue attività, è la principale causa dei cambiamenti climatici in atto. Che ruolo avrà l’ambiente in cui viviamo nella fantascienza e nel modo in cui rappresentiamo il futuro?

Possibili tematiche: antropocene, ecologia, letteratura fantascientifica.

Link informativi sul progetto:

Contatto: educational@unipd.it

Note: Il ricercatore è disponibile per interventi in presenza presso le scuole e per collegamenti via web.

Perché è importante mantenere la salute dei nostri muscoli?

La salute dei muscoli è fondamentale per il benessere fisico degli individui.

Andrea Armani, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università di Padova, studia le comunicazioni e i messaggi che regolano la salute dei muscoli per scoprire nuovi segnali e meccanismi che possono portare alla perdita di massa muscolare in condizioni patologiche.

L’obiettivo della sua ricerca è capire come è possibile intervenire farmacologicamente in condizioni di malattia per prevenire la perdita di massa e preservare la funzione muscolare.

Il Dr. Armani studia i lisosomi, degli organelli fondamentali nell’integrazione dei segnali di costruzione o smantellamento delle strutture muscolari.

Possibili tematiche: corpo umano, muscoli, patologie muscolari, biologia, biomedicina, lisosomi, vita di laboratorio.

Link informativi sul progetto:

Contatto: educational@unipd.it

Note: Il ricercatore è disponibile per interventi in presenza presso le scuole e per collegamenti via web, anche in lingua inglese.